Successo per il panettone solidale di Guerzoni e pasticceria Giotto

Condividi
Stampa

Voleva essere solo un esperimento, un omaggio ad amici e clienti invece è stato un vero e proprio successo. Un panettone solidale e sociale, che nasce dalla collaborazione dell’Acetaia Guerzoni di Concordia (www.guerzoni.com) e dalla Pasticceria Giotto dal carcere di Padova (http://www.idolcidigiotto.it/)

Un’idea che unisce solidarietà ed artigianalità. Un connubio sigillato da due nomi storici della pasticceria e dell’alimentare italiano.

Sono stati duecento i panettoni realizzati al gusto di crema di aceto balsamico di Modena, l’aceto balsamico di Modena rosso Igp e fichi. Nasce un panettone artigianale a lievitazione naturale, come ormai da anni lo producono sapientemente alla pasticceria Giotto del Carcere di Padova, candito con fichi e uva sultanina.

“Solo duecento pezzi da regalare ai clienti, senza escludere la possibilita’, dice Lorenzo Guerzoni dell’Acetaia Guerzoni di Modena, di riproporlo il prossimo anno nel mercato con un canale di vendita vero e proprio”.

“Questo progetto, spiega Lorenzo Guerzoni, lo abbiamo condiviso sin dal primo momento con la pasticceria Giotto perche’ ne condividiamo il fine sociale e solidale.

Inoltre, si tratta di un prodotto di alta qualita’, artigianalita’ che usa ingredienti e materie prime pregiate”.

Un esperimento, che ha riscosso subito successo di critica e pubblico. Apprezzato da amici e clienti, il panettone solidale si prepara a fare il suo ingresso nel Natale 2016, con una ricetta ancora più raffinata che conferma la tradizione e la passione per le cose di qualità.

2018-09-14T13:28:04+00:0020 gennaio, 2016|Tags: , , , , , , , , |