Vendemmia 2016: tutti al lavoro all’Acetaia Guerzoni


E’ tempo di vendemmia all’Acetaia Guerzoni. Quel periodo dell’anno, il più atteso dove si celebra la raccolta dell’uva e la natura. In un’atmosfera di festa e di attesa.

Quest’anno l’Acetaia ha deciso dii anticipare di due settimane  la raccolta. L’obiettivo?  Aumentare la qualità organolettica raccogliendo l’uva ancora non matura. Per questo l’azienda di Modena ha deciso di attivare una collaborazione con l’Università di Modena e Reggio con lo scopo di migliorare la qualità dei prodotti.

“Rinunciare ad un paio di gradi zuccherini vuol dire avere una acidità dell uva più alta. L’acidità dell uva è formata da alcuni acidi come malico,  tartarico e citrico che sono più buoni di quelli ottenuti successivamente dalla fermentazione degli zuccheri” spiega Lorenzo Guerzoni il titolare dell’azienda.

“Oltre a questo cercheremo di selezionare le migliori famiglie di lieviti e batteri per usarle al meglio. Obiettivo è cercare le famiglie che producano gli aromi migliori e gli acidi più buoni. Sono tutte iniziative testate solo in laboratorio e penso saremo tra i primi a testerle nel settore dell aceto balsamico” continua Guerzoni.

Come sarà la vendemmia di questo 2016? Si parla di un’annata abbondante all’Acetaia Guerzoni perchè l’azienda ha deciso di cambiare tecnica di potatura. Lo svantaggio è stato quello di perdere delle piccole quantità di uva a causa della peronospera. Fortunatamente sono stati risparmiati i terreni Guerzoni dalle grandinate arrivate in zone vicine.

E’ questo il periodo dell’anno piú bello anche e soprattutto dal punto di vista paesaggistico. “In questo periodo le vigne sono molto belle, ricorda Lorenzo, verdi, piene di grappoli e ricche di insetti. La presenza di parecchi insetti anche di specie rara è positiva perchè questi dsono utili alla lotta biologica”.


Lascia un commento


Si prega di notare che i commenti devono essere approvati prima della pubblicazione